La Luna con lo smartphone

lunasmartphone
La Luna crescente ripresa con uno smartphone attraverso un Celestron C9.25. Metodo afocale.

Succede sempre. Ogni volta invitiamo i visitatori a osservare la Luna attraverso i telescopi c’è qualcuno che prova a immortalare la scena con lo smartphone. Tipicamente lasciamo fare: il tentativo dura una decina di secondi e i risultati sono deludenti, a causa della difficoltà di inquadrare la scena a mano libera.

Venerdì sera, nell’attesa che le scuole uscissero sulla terrazza del Planetario per osservare, ho cercato di capire quanto potesse essere realmente difficile realizzare una fotografia al volo con il metodo afocale. Ho preso il mio smartphone semi nuovo di fascia medio-pessima e ho avvicinato la fotocamera all’oculare del telescopio che avevo puntato sulla Luna per allineare il cercatore; è bastato “qualche” paziente tentativo per ottenere l’immagine qui sopra.

(Nota tecnica: l’immagine è un crop dell’originale che ho rifilato eliminando i bordi neri inutili. Non c’è altra elaborazione. Ho addirittura lasciato l’immagine della Luna ribaltata destra-sinistra, così come si vede attraverso un telescopio dotato di diagonale.)

Va da sé che la Luna è un soggetto facile, grande e luminoso, ma sono stato piacevolmente sorpreso dal risultato. La parte più difficile, per l’appunto, è stata allineare a mano libera la fotocamera dello smartphone all’asse ottico dell’oculare, per riuscire a inquadrare il soggetto, soprattutto quando la mano in questione è la mia.

4 risposte a "La Luna con lo smartphone"

  1. yaxara 28 maggio 2018 / 11:59

    Fa venire voglia di provare, ma con la compatta più che con lo smartphone…

    Mi piace

    • Emanuele Balboni 28 maggio 2018 / 12:08

      Prova con l’uno e con l’altra! Per la compatta è anche più o meno facile farsi un sostegno come soluzione homemade al parkinsonismo.

      Mi piace

      • yaxara 28 maggio 2018 / 13:01

        Con la reflex invece immagino ci voglia un sistema atto alla fotografia astronomica, vero?
        Per il tempo di esposizione dovrei cavarmela, se è inferiore a 2 secondi.

        Mi piace

        • Emanuele Balboni 28 maggio 2018 / 14:07

          Intendi senza telescopio? Prendi la reflex, ci monti il tele più spinto che hai e provi! Considera però che avresti bisogno di un 1600 mm su FF perché la Luna riempia l’immagine.
          la Luna piena alta in cielo è così luminosa che possono bastare 1/250 s a bassi ISO (valori di EV esatti dipendono dall’altezza sull’orizzonte etc…), tempi abbastanza veloci da non farti preoccupare del movimento apparente della volta celeste. Solo fa attenzione se non usi il treppiede: come regola generale per evitare il micromosso si consiglia di usare tempi di esposizione maggiori dell’inverso della focale (almeno 1/400 s se scatti con un 400 mm, tralasciando stabilizzatori vari). Poi ovviamente dipende da quanto hai la mano ferma.

          Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.