Dormire in ghiacciaia (o quasi)

PelvouxSentiero
Il mont Pelvoux dal sentiero verso il Glacier Blanc.

Esistono millanta modi per sfuggire alla morsa dell’afa in questi ultimi scampoli di agosto, ma non tutti allettanti: passare le giornate tra gli scaffali del supermercato sottocasa solo per godere dell’aria condizionata in modalità “vortice polare” è certamente una soluzione semplice ed efficace, ma alla lunga il paesaggio potrebbe risultare monotono. Ecco perché io ho deciso di allontanarmi dalla città e andare a dormire in ghiacciaia. O quasi. Continua a leggere

Gli estremi della notte

La chiesetta del villaggio di Avérole al crepuscolo con la Bessanese sullo sfondo. In cielo, le costellazioni di Toro, Auriga e Perseo e le loro nebulose a emissione.

Canon 6D modificata
Samyang 24 mm f/1.4
ISO 3200, 15 s, f/1.4
Filtro diffusore per il cielo
Panorama di 8 scatti verticali su due righe
Scattata alle ore 18:20 ca. CET del 3-1-2019

A più alta risoluzione qui.

Il cielo buio del cuore della notte è un velluto nero trapuntato di stelle, ma forse io gli preferisco il crepuscolo,  Continua a leggere

Due scorci di Toscana

Venere in Maremma
Venere al crepuscolo sul lungomare del Parco Regionale della Maremma.

Canon 6D
Canon 50 mm f/1.4
ISO 1600, 10 s, f/3.5
Filtro star 8
Scattata alle ore 21:35 CEST del 5-8-2018

(Sì, i più attenti avranno notato che non è lo stesso scatto pubblicato su Instagram la sera stessa)

Pitigliano
Pitigliano al crepuscolo, con Venere in alto a sinistra.

Canon 6D
Canon 50 mm f/1.4
ISO 200, 1/2-8 s, f/4.0
Fusione di 5 esposizioni differenti
Scattata alle ore 21:32 CEST ca. del 6-8-2018

Pitigliano, nell’entroterra, è uno dei borghi più belli d’Italia. Arroccato sul tufo, il paese diventa ancor più affascinante quando si illumina la sera, tanto da offuscare in splendore persino il pianeta Venere.