Mercurio su Torino

Mercurio è il pianeta più interno del Sistema Solare, perciò è molto difficile osservarlo: tramonta poco dopo il Sole o sorge poco prima. Spesso è appena percettibile nel chiarore del cielo e solo quando la sua elongazione è massima – dunque si discosta sufficientemente dal Sole – è possibile scorgerlo facilmente…

Dormire in ghiacciaia (o quasi)

Esistono millanta modi per sfuggire alla morsa dell’afa in questi ultimi scampoli di agosto, ma non tutti allettanti: passare le giornate tra gli scaffali del supermercato sottocasa solo per godere dell’aria condizionata in modalità “vortice polare” è certamente una soluzione semplice ed efficace, ma alla lunga il paesaggio potrebbe risultare monotono. Ecco perché io ho deciso di allontanarmi dalla città e andare a dormire in ghiacciaia. O quasi.

Gli estremi della notte

Il cielo buio del cuore della notte è un velluto nero trapuntato di stelle, ma forse io gli preferisco il crepuscolo, quando ancora un tenue bagliore rischiara il paesaggio circostante eppure è già possibile riconoscere le prime costellazioni sopra le vette dei monti…

Due scorci di Toscana

Pitigliano, nell’entroterra, è uno dei borghi più belli d’Italia. Arroccato sul tufo, il paese diventa ancor più affascinante quando si illumina la sera, tanto da offuscare in splendore persino il pianeta Venere.

Cime tempestose

Crepuscolo turbolento sull’altipiano della Gardetta: la Luna illumina Venere e Rocca la Meja tra le nubi.

Luna, Venere e Giove

Luna calante, Venere (al centro) e Giove (a destra in alto) nelle luci del crepuscolo mattutino.