Cime tempestose

Crepuscolo turbolento sull’altipiano della Gardetta: la Luna illumina Venere e Rocca la Meja tra le nubi.

Luna, Venere e Giove

Luna calante, Venere (al centro) e Giove (a destra in alto) nelle luci del crepuscolo mattutino.

Passo Rolle

Venere e le costellazioni del Toro e dell’Auriga sorgono da dietro le Pale di San Martino alle prime luci dell’alba.

Quel che resta dell’inverno

Sul sentiero non è più lo scricchiolio del ghiaccio a ritmare i miei passi, ma il suono più umido di un paesaggio che, sciolta l’immobilità in cui era obbligato, riprende vita scrosciando…

Con il Sole alto in cielo

Quali corpi celesti sono visibili durante il dì? Certamente il Sole, spesso la Luna e alcune volte… Venere.
Che fosse possibile lo sapevo, ma ancora non mi era capitato di riuscire a scorgere il pianeta nell’azzurro, con il Sole alto in cielo. Ci sono riuscito oggi, complice l’aria tersa della montagna e la Luna che, poco più a est del pianeta, ha aiutato nella ricerc

Un profilo familiare

L’autunno inoltrato, in Piemonte, è spesso sinonimo di nebbia e foschie, brume che invadono la pianura e risalgono il fondo valle, incuneate tra i pendii là dove il Sole fatica ad arrivare o manca ormai del tutto. È sufficiente però lasciare la pianura e salire anche di poco perché il cielo diventi terso e lo sguardo sia circondato dalle cime bianche dei monti. Non è mai tempo perso tornare in luoghi noti, perché cielo e paesaggio cambiano con le stagioni, e lo sguardo regala un’immagine conosciuta ma allo stesso tempo nuova.