Rosso come Marte

In queste sere d’inizio d’autunno Marte è il protagonista indiscusso del cielo: prossimo all’opposizione, il Pianeta Rosso sorge poco dopo il tramonto e resta visibile per tutta la notte, fino a scomparire tra le luci del crepuscolo mattutino…

Crepuscolo al colle Valcavera

Crepuscolo dal colle Valcavera, con le costellazioni del Cane Maggiore, Orione e Toro che tramontano dietro le cime innevate della Valle Stura e dell’altipiano della Gardetta.

Quattro passi nel bosco

C’è qualcosa di magico nel camminare in un bosco antico, avvicendare i propri passi sul tappeto di aghi e la neve gelata del sottobosco muovendosi tra cembri dalle forme attorcigliate. I raggi di un Sole dal tepore primaverile filtrano nelle radure, accompagnati dal canti degli uccelli e dal fruscio della brezza tra i rami degli alberi; la sola nota stonata è il rumore del mio incedere goffo, unico bipede nel raggio di chissà quanto

Un pezzetto di Mercantour / 2

Quando apro gli occhi il cielo è chiaro, di quel chiarore metallico e indefinito che rende difficile capire cosa ci si trovi sulla testa, ma lungo la linea frastagliata dell’orizzonte la tenue sfumatura dell’aurora lascia intuire che le nuvole della notte sono sparite. Come le stelle, ovviamente…

Un pezzetto di Mercantour / 1

Come è giusto che sia, la strada che porta al Colle della Lombarda è una stretta lingua d’asfalto che a fatica di si dipana lungo il versante della montagna. Attraverso il confine in compagnia di Nicolas, un ragazzo francese che ho caricato a bordo poco dopo Vinadio: un mese fa ha comprato un biglietto aereo di sola andata e ora sta ritornando a casa dopo aver attraversato mezza Europa a piedi o in autostop…

Una tregua dalla pioggia

Una piccola parentesi di sereno, uno sprazzo di cielo azzurro dopo che per l’intero mese di maggio i temporali avevano giocato a rincorrersi per i cieli del Piemonte, rovesciando a turno il loro carico d’acqua su un paesaggio ormai fradicio.