Comete e meteore

Cosa può spingere una persona a rinunciare al proprio letto dopo una serata di lavoro, mettersi alla giuda per quasi due ore, caricarsi lo zaino in spalla e sfidare le temperature (finalmente) invernali della notte inoltrata?
Invece di offendere, sappiate che la risposta giusta è “previsioni meteo decenti, uno sciame meteorico e una cometa”. 

Luna langarola / 3

Ci sono albe per cui vale la pena d’alzarsi presto e salire su un pendio in mezzo ai vigneti ormai spogli dell’uva per vagare con lo sguardo tra i poggi da cui sorgono torri e merlature, quinte di un palcoscenico che termina ben più lontano, con la prima neve sulle creste dei monti. 

Una tregua dalla pioggia

Una piccola parentesi di sereno, uno sprazzo di cielo azzurro dopo che per l’intero mese di maggio i temporali avevano giocato a rincorrersi per i cieli del Piemonte, rovesciando a turno il loro carico d’acqua su un paesaggio ormai fradicio.

Monviso timido

Sì, l’ho definito “timido”. Perché “sciopa, ti e l’efet Venturi”1 mi sembrava meno poetico. Cime isolate spesso presentano le cosiddette nubi a bandiera, un fenomeno meteorologico che si forma lungo i versanti sottovento.

Arrivederci, super Luna

Quando la Luna è piena in prossimità del perigeo – il punto più prossimo della sua orbita alla Terra – allora è detta “super Luna”.
Grazie a questa particolare coincidenza, il disco lunare in cielo appare fino al  14% più grande e fino al 30% più luminoso, anche se è difficile cogliere la differenza per un occhio non allenato.

Oronaye al crepuscolo

Venere sorge sulla val Maira e il monte Oronaye ai primi chiarori del nuovo giorno.